Cos’è il VAT number e come verificarlo online attraverso il VIES

Chi acquista o importa dall’estero, sicuramente avrà già familiarità con il termine VAT. Al contrario, chi si appresta per la prima volta a effettuare una transazione internazionale potrebbe trovarsi spiazzato di fronte alla richiesta del cosiddetto VAT number. In questo articolo, pertanto, vi spiegheremo che cos’è il VAT number e come deve essere utilizzato per le transazioni intracomunitarie.

Che cos’è il VAT number e come si utilizza per le operazioni intracomunitarie

L’acronimo VAT deriva dall’espressione inglese Value Added Tax. Chi ha dimestichezza con la lingua inglese avrà già capito che essa sta per Imposta sul Valore Aggiunto. Pertanto, la VAT altro non è che la nostra IVA.

Che cos’è il VAT identification number

Questa imposta indiretta è stata introdotta nel Regno Unito a partire dal 1973 su beni e servizi forniti dalle imprese che operano nel Regno Unito.

Non bisogna confondere, però, la VAT con il VAT number, talvolta chiamato anche VAT identification number: questo, infatti, rappresenta uno strumento elettronico, o per meglio dire un protocollo, che identifica le Partite IVA e le imprese di autonomi operanti nell’Unione Europea ai fini IVA.

Questo identificativo, pertanto, è necessario per tutti gli operatori commerciali e privati che hanno la necessità di effettuare transazioni intracomunitarie. Ogni paese provvede a trasmettere i numeri di Partita IVA e i dati delle altre aziende registrate. Nel caso dell’Italia, questa attività viene svolta dall’Agenzia delle Entrate. In questo modo, sul VIES sono disponibili i dati di tutte le imprese che operano in Europa per le verifiche.

A cosa serve il VAT identification number

Grazie a questo sistema, le amministrazioni dei singoli Stati dell’Unione europea hanno costante controllo degli scambi effettuati. Inoltre, l’identificativo VAT permette a tutti quelli che operano un acquisto oppure una cessione con un operatore estero di verificare direttamente online la validità dei dati forniti dall’altro soggetto.

Il servizio di verifica, inoltre, è un gratuito: sul sito dell’Agenzia delle Entrate, nel pannello a cascata della mappa si seleziona lo Stato di interesse. Cliccando sul pulsante “Cambia”, si avrà un ulteriore pannello coi dati del Paese, come la moneta corrente e l’anno di adesione all’Unione europea. Sotto questo, vi sarà un altro riquadro all’interno del quale sarà possibile inserire il VAT identification number. Se il dato inserito è corretto, il sistema fornirà la denominazione e l’indirizzo dell’operatore commerciale corrispondente a quel numero VAT. In ogni caso, non è mai possibile risalire al VAT id conoscendo solamente la denominazione dell’operatore.

La struttura del VAT number

Il VAT number ha una struttura standard. Si tratta infatti di un codice alfanumerico, nella cui prima parte si trova il codice identificativo dello Stato membro e nella seconda parte l’identificativo alfanumerico del soggetto. In particolare, di seguito è possibile trovare la tabella:

Stato membro Struttura del numero identificativo IVA Descrizione
AT-Austria U99999999 1 blocco di 9 caratteri
Il primo carattere è sempre ‘U’
BE-Belgio 999999999 1 blocco di 9 cifre
Tutti i numeri delle partite IVA del Belgio cambieranno la loro lunghezza da 9 a 10 cifre a partire dal 1/12/2007
Fino a quella data entrambe le lunghezze sono corrette
0999999999 1 blocco di 10 cifre
BG-Bulgaria 999999999 1 blocco di 9 cifre per le società
9999999999 1 blocco di 10 cifre per le persone fisiche e gli
stranieri
CY-Cipro 99999999A 1 blocco di 9 caratteri
L’ultimo carattere è una lettera
DK-Danimarca 99999999 4 blocchi di 2 cifre
EE-Estonia 999999999 1 blocco di 9 cifre
FI-Finlandia 99999999 1 blocco di 8 cifre
FR-Francia XX999999999 1 blocco di 2 caratteri alfanumerici da A a Z ovvero da
0 a 9 ed 1 blocco di 9 cifre
DE-Germania 999999999 1 blocco di 9 cifre
GB-Gran Bretagna 999999999 1 blocco di 3 cifre, 1 di 4 cifre ed 1 di 2 cifre
999999999999 1 blocco di 12 cifre
Le ultime 3 identificano la filiale di una società
GD999
HA999
1 blocco di 5 caratteri
GD = Government Departments.
HA = Health Authorities
EL-Grecia 999999999 1 blocco di 9 cifre
IE-Irlanda 9X99999A 1 blocco di 8 caratteri
IT-Italia 99999999999 1 blocco di 11 cifre
LV-Lettonia 99999999999 1 blocco di 11 cifre
LT-Lituania 999999999 1 blocco di 9 cifre
999999999999 1 blocco di 12 cifre
LU-Lusssemburgo 99999999 1 blocco di 8 cifre
MT-Malta 99999999 1 blocco di 8 cifre
NL-Olanda 999999999B99 1 blocco di 12 caratteri.
La decima posizione è sempre una ‘B’
PL-Polonia 9999999999 1 blocco di 10 cifre
PT-Portogallo 999999999 1 blocco di 9 cifre
CZ-Repubblica Ceca 99999999 1 blocco di 8 cifre
999999999 1 blocco di 9 cifre
9999999999 1 blocco di 10 cifre
RO-Romania Da 99 a 9999999999 1 blocco da un minimo di 2 cifre ad un massimo di 10
cifre
SK-Slovacchia 9999999999 1 blocco di 10 cifre>
SI-Slovenia 99999999 1 blocco di 8 cifre
ES-Spagna X9999999X 1 blocco di 9 caratteri.
Il primo e l’ultimo carattere possono essere alfabetici o numerici ma non possono essere entrambi numerici
SE-Svezia 999999999999 1 blocco di 12 cifre
HU-Ungheria 99999999 1 blocco di 8 cifre

 

Condividi sui social: Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Tagged: vat, vies