Marca da bollo telematica: come ottenere la marca da bollo online

Molti, in particolar modo fra i liberi professionisti, hanno applicato almeno una volta una marca da bollo. Pochi sanno, tuttavia, che, già da qualche tempo, è disponibile la marca da bollo telematica. In questo approfondimento sulla marca da bollo digitale, dunque, cercheremo di capire chi può utilizzarla e a quali condizioni.

La marca da bollo telematica

Prima di addentrarci nelle modalità di acquisto e di impiego della marca da bollo telematica, cerchiamo di capire di cosa si tratta. La marca da bollo, come è noto, rappresenta il certificato di pagamento dell’imposta di bollo. Il suo valore può variare, a seconda delle disposizione di legge, da documento a documento. Le marche da bollo telematiche, al pari di quelle tradizionali, non fanno altro che assolvere allo stesso compito di queste. Tuttavia, a differenza di quelle acquistate in negozi fisici, in questo caso è possibile comprare marca da bollo online. Vedremo, successivamente, in quali casi è possibile. Nel frattempo, è opportuno rispondere a una serie di quesiti, fra i più comuni per chi ancora non ha avuto modo di effettuare l’acquisto marche da bollo online.

Validità marca da bollo telematica

Innanzitutto parliamo della validità marca da bollo telematica, che spesso preoccupa i contribuenti. Già con le marche da bollo tradizionali, spesso, ci si poneva dubbi riguardo alla sua scadenza. Ebbene, come per queste, anche per la marca da bollo online non esiste una validità. Anche perché, come vedremo, le marche da bollo digitali non si acquista un vero e proprio contrassegno, bensì si effettua un versamento.

Marche da bollo online dove si compra

La marca da bollo elettronica non corrisponde più al contrassegno adesivo che siamo abituati ad acquistare al tabacchi sotto casa. Per questo, piuttosto che marca da bollo online dove si compra?, dovremmo chiederci dove pagare marca da bollo online. Come vedremo nel dettaglio di seguito, la marca da bollo telematica si paga con un semplice f24, eventualmente rateizzando il versamento.

Marca da bollo digitale: quando si può usare

Il pagamento della marca da bollo digitale è, a tutti gli effetti, una vera e propria rivoluzione nel mondo dei tributi. Come tutte le rivoluzioni, anche il pagamento marche da bollo online procede per step e con una certa lentezza. Sino al 2019, è possibile acquistare marche da bollo digitali su fattura o per documenti diretti alla Pubblica amministrazione. Vediamo per primo il caso delle fatture, più interessante per i professionisti, poi quello per la PA.

Marca da bollo telematica per fatture

Come sanno i liberi professionisti aderenti all’ex regime dei minimi, poi sostituito dal regime forfettario, le fatture esenti IVA e di importo maggiore di 77,47 euro richiedono l’applicazione di una marca da bollo da 2 euro. Per assolvere l’imposta di bollo telematicamente, a partire dal 1° gennaio 2015, è necessario compilare una dichiarazione consuntiva, da presentare entro il 31 gennaio successivo all’anno di imposta. In essa dovrà essere riportato l’elenco dei documenti fiscali emessi nell’anno solare precedente su cui occorre applicare la marca da bollo virtuale. Questo documento, per il quale l’Agenzia delle Entrate mette a disposizione anche un apposito modello, deve essere trasmesso necessariamente online.

Per il pagamento della marca da bollo elettronica, che fino al 31 marzo 2015 poteva essere effettuato tramite modello f23, occorre utilizzare il modello f24 enti pubblici o il modello f24. In particolare, i codici tributo per il pagamento del bollo digitale sono:

  • codice tributo 2505: pagamento della rata in caso di rateizzazione dei versamenti
  • codice tributo 2506: pagamento dell’acconto
  • codice tributo 2507: pagamento di eventuali sanzioni
  • codice tributo 2508: pagamento di eventuali interessi

Marca da bollo virtuale fatture elettroniche

Un altro aspetto interessante per i liberi professionisti è quello che riguarda l’acquisto della marca da bollo virtuale fatture elettroniche. In altre parole, è possibile utilizzare la marca da bollo online su fattura elettronica. La risposta, naturalmente, è sì. Le modalità di acquisto delle marche da bollo online, sono le medesime delle fatture tradizionali. Si comunica il consuntivo dei documenti emessi e si procede al suo pagamento per mezzo del modello f24.

Marca da bollo per istanze trasmesse alla Pubblica Amministrazione

Come per il caso precedente, anche la marca da bollo per istanze trasmesse alla Pubblica Amministrazione può essere effettuata telematicamente. Il versamento dell’imposta di bollo può essere effettuata, oltre che per l’imposta di bollo relativa alle istanze verso la Pubblica Amministrazione, anche per i relativi atti e i provvedimenti elettronici. In particolare, il pagamento dell’imposta di bollo telematica può avvenire attraverso il portale @e.bollo. Su questo è possibile acquistare la marca da bollo forfettaria del valore di 16,00 euro, che può essere applicata su qualsiasi documento, a prescindere dalle sue dimensioni.

L’acquisto marca da bollo virtuale può essere effettuato, tuttavia, solamente da soggetti abilitati. Pertanto, i cittadini hanno due possibilità: la prima è quella di rivolgersi a un intermediario abilitato all’acquisto; la seconda, invece, di abilitarsi al servizio @e.bollo.

Condividi sui social: Share on Facebook
Facebook
0Share on Google+
Google+
0Tweet about this on Twitter
Twitter