Gestione risorse umane: selezione del personale

Delle azioni principali sulla gestione risorse umane tra le più importanti funzioni che riguardano il personale vi è la selezione del personale.

La selezione del personale di lavoro (il recruiting) è la modalità con la quale si valuta e si decide di assumere un lavoratore con un contratto di lavoro. Con questa funzione, l’azienda si preoccupa di repererire, selezionare ed inserire nuovi dipendenti tra i propri lavoratori.

La selezione del personale si inserisce nelle attività di gestione delle risorse umane che concepisce il personale umano come risorsa interna.
L’importanza della human resource è data proprio dalla selezione e formazione dei lavoratori: essa si preoccupa di dare motivazione, impegno e invogliare alla partecipazione in maniera diretta del personale nei processi decisionali dell’azienda.

L’inserimento in azienda con la selezione del personale

Il processo di selezione del personale serve a scegliere il candidato giusto tra una schiera di candidati. L’obiettivo quindi della selezione è di inquadrare la persona che abbia le caratteristiche ricercate.

Le funzioni principali svolte dal processo di selezione del personale sono:

  • raccolta di dati ed informazioni;
  • previsione futura sull’apporto dei candidati;
  • decisione di assunzione;

Come avviene però in concreto la selezione del personale, lo vedremo a breve. Spesso la selezione non è interna, ma viene affidata ad aziende specializzate (affidamento in outsourcing) che effettuano questo tipo di attività di selezione e valutazione dei candidati per la mansione richiesta.

Selezionare il lavoratore giusto non è un compito affatto semplice. Errori nella selezione del personale sono spesso frequenti e comportano notevoli costi che molti imprenditori e decision makers sottovalutano.

Come avviene la selezione del personale

La qualità del personale è alla base del processo di pianificazione del personale. La selezione dei candidati può avvenire con diverse modalità:

  • candidature spontanee;
  • annunci su giornali o attraverso internet e siti specializzati;
  • affidamento in outsourcing ad agenzie esterne;

Qualsiasi sia la modalità seguita dall’azienda, la selezione del personale avviene più o meno seguendo questi passaggi: definizione della posizione richiesta, analisi del curriculum, diversi colloqui con i responsabili della selezione e colloquio finale.
Le modalità possono però essere molto differenti e non seguire queste tipologie di prove.

Molte aziende anche se con costi maggior, durante la selezione svolgono prove pratiche lasciando i candidati a lavorare e osservandoli.
La ricerca del personale può quindi richiedere anche tempi lunghi. Attualmente risulta difficoltoso anche trovare risorse adeguate. Ciò dipende molto dal mercato del lavoro in un preciso momento, dalla richiesta e dall’attrattività dell’azienda.

Test valutazione del personale

human resources Quando si effettua la selezione del personale, si effettuano test di valutazione dei candidati per decidere circa il loro inserimento nell’azienda. Ci sono diverse modalità e quindi prove o test a cui sottoporre gli interessati:

  • Test psicometrici: questi si suddividono in test d’intelligenza, test attitudinali, test di conoscenza e test di personalità;
  • Assessment center;
  • Colloquio individuale;

Queste prove molto comuni svolte dalle aziende servono a tracciare un profilo quanto meno definito del soggetto sottoposto alla candidatura per la mansione richiesta.

Con i test cognitivi che misurano l’intelligenza, l’attitudine e il grado di conoscenza si presentano al soggetto una serie di item che permettono di quantificare e dare un’interpretazione delle qualità del soggetto.

Altri, definiti test non cognitivi o di personalità, permettono invece di trattare il profilo caratteriale e psicologico del soggetto, andando quindi a definire le sue caratteristiche emotive, affettive ed interpersonali. Questi test si avvicinano molto alla metodologia dell’Assessment center che valuta i comportamenti e le qualità dei soggetti nel ricoprire determinati ruoli di un’organizzazione.

Il colloquio resta invece uno dei metodi più utilizzati in Italia. Consiste in una forma di intervista faccia a faccia tra chi rappresenta l’azienda o la società che assume ed il candidato. Diverse sono le tecniche possibili di interviste durante le fasi di colloquio individuale.

A seguito del processo di selezione, il momento più delicato dell’intero processo di selezione del personale è quello dell’inserimento concreto del candidato nell’ambiente lavorativo e quindi nell’azienda.

Bisogna in questa fase valutare le possibili dinamiche che possono derivare da questo inserimento e mettere il candidato nelle migliori condizioni di inserimento ed integrazione. A tal scopo molte aziende nell’ambito del processo di gestione risorse umane attuano provvedimenti circa la formazione del personale su regole di convivenza, conoscenza e affiancamento per poter premiare l’inserimento di nuovi arrivati e di ottenere da essi un valore aggiunto.

Errori nel processo di selezione o anche di formazione possono causare non pochi danni all’azienda: destinare l’impiego di maggiori risorse in queste attività è spesso la scelta migliore che può fare un’imprenditore.

Condividi sui social: Share on Facebook
Facebook
0Share on Google+
Google+
0Tweet about this on Twitter
Twitter